L’esilio di Dante – il Sommo Poeta in Romagna

L’esilio di Dante – il Sommo Poeta in Romagna

5 giorni 4 notti

L’esilio di Dante – il Sommo Poeta in Romagna

Giorno 1 – Ravenna -  Arrivo in hotel a Ravenna o dintorni, cena e pernottamento.
Giorno 2 – Ravenna – Giornata con guida locale dedicata alla visita di Ravenna, con un percorso che rievoca i personaggi e i luoghi di Ravenna descritti da dante nella Divina Commedia. Oltre ai principali monumenti di Ravenna vedremo la Tomba e il Museo di Dante.  Il Museo Dantesco si trova all'interno del Centro Dantesco dei Frati Minori, nella suggestiva cornice degli Antichi Chiostri Francescani. Attraverso diversi percorsi tematici, l'esposizione mira a valorizzare il ruolo che la città di Ravenna ebbe negli anni di esilio del poeta. Nucleo tematico del museo è l’iconografia dantesca, rappresentata mediante busti, dipinti, medaglie e icone del Sommo Poeta, ma soprattutto mediante un’interessante riflessione sulle sue reali fattezze fisionomiche, alla luce delle recenti ricerche condotte in ambito universitario. Sono poi ricostruite le memorie legate al monumento funerario di Dante, edificato sul finire del ‘700 su progetto di Camillo Morigia e sulla nota vicenda di traslazione delle ossa del poeta, ritrovate fortuitamente nel 1865.   
L’esposizione si avvale di numerosi contributi video e di prodotti multimediali, tra i quali le versioni della Commedia in più lingue, al fine di coinvolgere i visitatori di tutte le nazionalità ed età.
Rientro in hotel, cena e pernottamento.
Giorno 3 – Classe, Polenta, Bertinoro.
Al mattino visita con guida locale a Sant’Apollinare in Classe e all’antico Porto e passaggio panoramico nella pineta di Classe.
Ritorno in hotel per Pranzo e escursioni nel pomeriggio a Polenta, che fu visitata da Dante e dove periodicamente di svolgono letture di Dante. Visita della Pieve. Strutturata su una pianta a tre navate, la Pieve è stata oggetto di diversi restauri; il più famoso quello promosso nel 1897 da Giosué Carducci. Proprio in questa occasione Il Carducci compose  l’Ode alla Chiesa di Polenta in cui ricorda che Dante  vi pregò durante il suo esilio. Ne approfitteremo per raggiungere la vicina Bertinoro con visita e degustazione di prodotti tipici del territorio.  Rientro in Hotel. Cena e pernottamento.
Jour 4 – Il treno di Dante. Da Faenza prenderemo il treno panoramico che attraversa gli appennini. Passeremo da Marradi, Scarperia, Borgo San Lorenzo in un susseguirsi di panorami suggestivi e autentici, per giungere infine a Firenze. Visita guidata della Firenze di Dante e della Casa Museo di Dante. Rientro nel tardo pomeriggio in treno a Faenza, cena e pernottamento.
Giorno 5 – Faenza e Brisighella. Visita guidata di Faenza, che Dante conosceva. La guida ci racconterà dei tanti faentini citati nella Commedia. Vedremo poi Il Museo della Ceramica e Palazzo Minzetti, gioiello neoclassico. Ci sposteremo a Brisighella per un pranzo tipico, con degustazione dell’olio di Brisighella, prodotto Dop. Seguirà la visita al Borgo e a un atelier di ceramica. A Faenza e dintorni ce ne sono circa 60 e la produzione artigianale è di altissimo livello. Fine servizi. 

Per info e prenotazioni: